Access Spazio Sicurezza Macchine

Qui trovi la risposta a tutte le richieste sulla sicurezza dei tuoi macchinari

Access Direttiva macchine 42-2006

Direttiva Macchine 42/2006

La Direttiva 2006/42/CE del 17 maggio 2006 (detta anche “nuova Direttiva Macchine”) è stata recepita ed attuata per l’Italia mediante il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 17 (pubblicazione del 19-2-2010 Supplemento ordinario n. 36/L alla Gazzetta Ufficiale Serie generale – n. 41) e sostituisce la Direttiva 98/37/CE in vigore dal 21 settembre 1996 del Parlamento Europeo (detta anche “Direttiva Macchine”), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. L 207 del 23/07/1998, che si riferiva a tutti i tipi di macchinario e ai loro componenti di sicurezza messi isolatamente sul mercato (e a sua volta modificava la direttiva 89/392/CEE del Consiglio, del 14 giugno 1989).

La Direttiva dell’Unione Europea 2006/42/CE si applica a macchine fisse, mobili, trasportabili e di sollevamento/spostamento, anche se alcune macchine restano escluse dal campo d’applicazione di tale Direttiva. La Direttiva definisce i requisiti essenziali in materia di salute e sicurezza ai quali devono rispondere le Macchine sopra indicate, partendo dalla progettazione, fabbricazione fino all’immissione sul mercato.

La Direttiva differenzia i macchinari in due grandi macro gruppi:

  • macchine che devono essere certificate da enti terzi accreditati
  • macchine che possono essere autocertificate dal produttore

La conformità per le Macchine elencate nell’allegato IV della Direttiva stessa ai suddetti requisiti è stabilita nel corso di procedure di valutazione eseguite da appositi Enti (Organismi di Certificazione Notificati).

Per tutte le altre è sufficiente redigere e conservare un Fascicolo Tecnico in accordo con quanto riportato nell’allegato VII della Direttiva stessa. In questo caso si parla di “Fascicolo Tecnico” per le macchine e di “Documentazione Tecnica Pertinente” per le quasi-macchine.

Le Macchine immesse sul mercato o modificate dopo l’entrata in vigore della Direttiva, devono riportare su di esse la marcatura CE e devono essere accompagnate da appropriata documentazione. I prodotti non rispondenti ai requisiti della Direttiva non possono accedere al Mercato Comune Europeo (MEC).

Richiedi maggiori informazioni

Vuoi una consulenza sullo stato di sicurezza delle tue macchine? Manda una richiesta di preventivo a fast@accessafe.eu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti

Condividi

Twitter
LinkedIn
Facebook
Email
WhatsApp